Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Polo Universitario Penitenziario

Coordinamento regionale

1. Il Protocollo prevede, quale Organo di vertice del Polo, un Comitato Regionale di Indirizzo e Coordinamento, coordinato dal Provveditore Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria, nel quale sono rappresentati esponenti di tutte le parti contraenti, i Direttori degli istituti penitenziari sede di Polo e dei relativi Uffici di esecuzione penale esterna, un rappresentante dell’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario.

2. La Segreteria Regionale del Polo Universitario (…). si articola altresì in unità locali, operative presso le singole sedi di cui all’art. 3. L'Università coinvolta nell'attivazione della segreteria (vale a dire, fino ad adesso, l’Università di Firenze) si impegna, in termini finanziari, nella misura del contributo della Regione comprensivo degli oneri pro quota per il personale e la sede, fatte salve altre eventuali erogazioni esterne.

Gli oneri per il funzionamento della Segreteria Regionale saranno coperti con contributo economico fornito dalla Regione per la vigenza dell'accordo di collaborazione.

Fermi restando il ruolo e le competenze amministrativo-gestionali delle singole Università firmatarie dell'accordo, la Segreteria Regionale svolge un ruolo di coordinamento e supporto alla gestione della pratiche amministrative degli studenti iscritti a corsi di studio presso ciascuna sede locale del Polo Universitario. In particolare, la Segreteria, in collaborazione con i Delegati del Rettore delle tre Università, ha il compito di:

a) offrire informazioni e supporto per le pratiche di immatricolazione prima della presentazione alle segreterie amministrative, nonché contatti per l'eventuale recupero di titoli stranieri o di certificati di congedo da altre Università in caso di trasferimento;

b) assicurare il coordinamento su scala regionale del tutorato e degli eventuali operatori del servizio civile, mantenendo aggiornata la situazione degli accessi presso le sedi di cui all’art.3;

c) curare la tenuta delle schede dei singoli studenti - secondo un modello concordato con il Comitato Regionale di Indirizzo - nelle quali vengono annotati i dati generali di ciascuno e gli esami sostenuti, nel rispetto del diritto alla privacy, con particolare riferimento: alle istanze pervenute; all'immissione dei soggetti in esecuzione di pena nelle diverse sedi del Polo Universitario Penitenziario; all'eventuale interruzione della frequenza e della relativa motivazione; all'andamento degli esami superati e delle lauree conseguite;

d) predisporre annualmente per il Comitato Regionale di Indirizzo la relazione sulla situazione degli studi e le previsioni per l'anno accademico successivo;

e) dare al Comitato Regionale ogni notizia utile in ordine alle convenzioni per i tirocini curriculari e post laurea e sulle opportunità di accesso a risorse, mediante la partecipazione a bandi di interesse per lo sviluppo delle attività del Polo Universitario Penitenziario della Toscana;

f) svolgere una funzione di supporto al Comitato per i rapporti con il territorio e di proposta e coordinamento delle sedi locali per la realizzazione di azioni di sensibilizzazione, ricerca, studio e progettazione.

Segreteria Regionale

Via degli Alfani, 56 b – Firenze

N.telefono  email?; segreteria@polopenitenziario.unifi.it


 
ultimo aggiornamento: 11-Ago-2016
Unifi Home Page

Inizio pagina